Un incontro entusiasmante: Sara e il suo sogno di realizzare un fumetto manga

Incontrare Sara è entusiasmante perché parlare con chi vuole realizzare un sogno ( il suo fumetto manga) mi ricorda una parte di me. So bene che ci vogliono perseveranza, coraggio e tanta applicazione.

Doti queste che certamente non mancano a Sara anche se è solo agli esordi della sua passione per i fumetti Manga.

Questo è il motivo per il quale ho voluto darle voce attraverso il blog, un modo spontaneo e sentito di incoraggiarla a avere forza e insistere nel proseguire fino al poter raggiungere il suo obiettivo, realizzare un fumetto.

Chissà, magari fra qualche mese, pubblicheremo qualcosa di lei, inedito e sorprendente.

Grazie, Sara, di essere qui ospite di Nonsolowork! Raccontaci di te: chi è Sara Andolfo? Quali sono i suoi interessi e quando è nata la passione per il fumetto?

Ho 25 anni e studio Scienze Biologiche all’Università di Alessandria. Adoro leggere, ascoltare musica, ma soprattutto disegnare. Lo faccio fin da quando ero piccola e da ottobre ho deciso di esercitarmi tutti i giorni per migliorarmi. I fumetti sono una mia passione sin dall’infanzia, quando ho iniziato a leggere “Topolino”. Ora leggo per lo più i manga.

Che cosa ti piace rappresentare e perchè? Lo fai per hobby o vorresti diventasse un lavoro?

Al momento mi piace disegnare personaggi manga maschili, con i personaggi femminili ho ancora alcune difficoltà. Lo faccio soprattutto per hobby ma mi piacerebbe un giorno che potesse diventare una professione vera e propria.

Come ti piacerebbe inserirti in questo mondo, qual è il tuo progetto?

Mi piacerebbe riuscire a realizzare un fumetto. So che ho ancora tanta strada da fare ma spero davvero di riuscirci!

E come pensi di riuscire a trasformare in realtà il tuo sogno?

Innanzitutto mi piacerebbe fare dei corsi per poter migliorare la tecnica e anche imparare a fare disegni in formato digitale. Ho incontrato una serie di artisti molto bravi alla Fiera del fumetto, anche se  non ho ancora avuto la possibilità di incontrare Lorenza Di Sepio, che adoro, per il suo stile semplice e tenero.

Bene, allora cercheremo di fare in modo di mettervi in contatto e contribuire a rendere possibile questo tuo sogno… Nonsolowork, fa anche questo.

Grazie Paola, sarebbe bellissimo.

Pubblichiamo qualche tuo disegno? Che ne dici?

Di creazioni personali ne ho poche perché per imparare le proporzioni ho dovuto prima copiare i disegni degli altri artisti. Comunque te li invio volentieri, ovviamente segnalando il nome dell’artista originale.

Ma certo Sara, sei agli inizi della tua passione e noi di Nonsolowork facciamo il tifo per te, quindi tienici aggiornati suoi tuoi progressi e del tuo mondo attraverso i fumetti!

Ecco alcune esercitazioni

Condividi:
Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Articoli Correlati
Poor Things (Povere Creature) è pornografia?

Poor Things (Povere Creature) è pornografia?

In molti paesi la pellicola è parzialmente censurata e alcuni parlano di "pornografia" gratuita. Sarà proprio così?
Street Art Australia

StraTour: Esplorazione delle meraviglie urbane e della Street Art in Australia 2°parte

L'articolo esplora il vibrante mondo della street art in Australia, evidenziando come il fenomeno sia diventato un punto focale culturale in diverse
street Art Australia

StraTour: Esplorazione delle meraviglie urbane e della Street Art in Australia

Questo movimento artistico, estremamente dinamico e variegato, si intreccia con la vita quotidiana, offrendo un'esperienza unica di scoperta e ammirazione in un
Fin Dac

Fin DAC: il poeta Visivo delle Metropoli, unendo arte urbana e fascino orientale

Quest'artista urbano ha lasciato il segno nelle strade di tutto il mondo, portando una prospettiva fresca e innovativa nell'arte contemporanea. Il suo
Torna in alto