Risparmiare sulla spesa in modo sostenibile: 10 consigli. La sostenibilità passa anche dalle abitudini di tutti i giorni. La stessa severità che utilizziamo verso le grandi multinazionali, disastrose abitanti dell’ecosistema mondiale, deve essere riportata in piccolo nella nostra routine.

Risparmiare in modo sostenibile: avete mai notato che…

Possiamo ammetterlo: quando andiamo al supermercato le offerte e i tagli ai prezzi ci attirano. Intere fasce di popolazione, oggi più che negli anni passati, si rivolgono alle catene discount per avere una spesa più ‘leggera’, e anche in queste catene scovano le offerte che facciano risparmiare anche solo 5 centesimi al pezzo.

Ma avete mai notato che a essere scontati sono quasi sempre prodotti complessi? Per complessi si intendono quei prodotti da scaffale che sono quasi già pronti al consumo. Affettati, pizze o salse, o comunque cibi che necessitano di uno, massimo due passaggi per essere edibili (come essere solo scaldati).

Questo meccanismo è dovuto alla certezza che, anche qualora il consumatore abbia voglia e tempo di cucinare, sarà spesso attirato dal risparmio di soldi e impegno. Le materie prime, invece, subiscono molti meno sconti anche perché hanno meno mediazioni nella filiera di riferimento. Comprare verdure, frutta, legumi e altri ingredienti base per poi cucinarli ci fa risparmiare molto di più rispetto allo specchietto per le allodole dei 5 centesimi su una confezione di pesto.

Il segreto è pianificare

Risparmiare sulla spesa in modo sostenibile: 10 consigli

E’ chiaro che il risparmio non è immediato: molte di noi potrebbero subito dire che un cesto di pomodori, basilico, olio e aglio costi molto di più di un sugo pronto a 0,99 cent. Innegabile, però il cesto di materie prime è sostenibile, intacca molto meno la natura, e soprattutto crea moltissimi vasetti di sugo (anche più buono).

Pianificare il cibo vuole dire prendersi un pomeriggio per preparare e congelare il necessario per un mese (non crediate che i cibi pronti non siano stati preventivamente congelati e scongelati più volte…). Finito il mese, il risparmio economico è netto.

Consigli per risparmiare sulle materie in modo sostenibile

Inutile dire come sostituire la carne sia una scelta da non sottovalutare. Non voglio dire di eliminarla, scelta che va sempre fatta con un nutrizionista di fiducia, ma durante la settimana sostituirla almeno una volta con i legumi fa risparmiare soldi e rappresenta una scelta sostenibile.

Un altro modo per non spendere troppo e fare bene all’ambiente è imparare a utilizzare le pentole a pressione per ridurre i tempi di cottura delle verdure, per esempio, ma anche per i dolci e per la pasta (esatto, si può). Leggere attentamente le temperature consigliate, inoltre, aiuta a preservare i principi nutritivi degli alimenti.

Consigli ‘psicologici’ per risparmiare sulla spesa

Risparmiare sulla spesa in modo sostenibile: 10 consigli

Concludiamo con dei consigli che ingannano la mente e ci fanno fare scelte più responsabili (anche quando non ce ne accorgiamo!):

  • Tieni calcolato il totale mentre compri, sommando di volta in volta
  • A fare la spesa non si va da affamati, interi staff di analisti posizionano i prodotti che non comprerebbe nessuno proprio per farli risaltare quando si ha fame
  • Controlla i ripiani intorno agli articoli che prendi sempre. Sotto, sopra, a destra o sinistra potrebbero esserci offerte migliori
  • Paga in contanti
  • Quando vedi il prezzo sul cartellino, paragonalo sempre a peso, mai a porzione
  • Cambia posto e catena di negozi spesso, o almeno fai degli esperimenti
  • A fine mese cerca di capire quanto veramente hai speso nei supermercati

Infine, gli sprechi!

Non ripeterò mai abbastanza come la cucina di una volta fosse contraria a ogni spreco. Oggi, con tutta la nostra tecnologia e disponibilità, non ci accorgiamo neppure di quante cose lasciamo andare a male, di quanto cibo rimane nei piatti, ma anche di quanti sacchetti di plastica accumuliamo per poi, un giorno lontano, buttarli tutti insieme. Gli esempi di spreco in cucina sono tantissimi. A fine mese date un’occhio molto critico ai vostri rifiuti per capire quanto avete buttato via e sprecato.

LEGGI ANCHE