fbpx

Reast at sea

le Opere di Reast at sea

Reast at sea è un invito a lasciarsi andare, per farsi trasportare alla deriva.

Il progetto nasce a Rovigo nel 2018, dalla volontà comune a Roberta Padoan e Alessandro Campice, di creare qualcosa in grado di parlare intimamente a chiunque abbia il cuore per ascoltare.

Provenienti da realtà musicali differenti, sono riusciti a plasmare la propria identità coniugando dolci parole e melodie ipnotiche,  con sonorià elettroniche taglienti, più spiccatamente synthwave. Il risultato non è inquadrabile in nessun genere musicale, pur essendo evidenti le influenze di artisti quali M83, Kavinsky e The Midnight.

Il primo singolo è Swim, mixato e masterizzato da Marco Ceciliato, è stato pubblicato indipendentemente su tutte le piattaforme di streaming a dicembre 2019, ottenendo fin da subito riscontri positivi.

Swim parla di uno stato d’animo, un modo di percepire le cose che tutti abbiamo provato almeno una volta. Scegliamo cosa vogliamo essere e lottiamo per farcela, nuotando incessantemente contro corrente in un mare che inevitabilmente si infrangerà sugli scogli.

Il 3 Aprile 2020 è uscito il secondo singolo Maybe tomorrow.

Maybe Tomorrow è un cerchio, percorso senza sosta alla ricerca di un’uscita. Una routine accettata passivamente che ci rende schiavi delle nostre visioni. Magari domani le cose cambieranno, magari domani il cerchio si aprirà.

Rest at sea è Roberta Padoan alla voce e Alessandro Campice a synth e tastiere.

Mix e master delle tracce è affidato a Marco Ceciliato.

Tutte le foto sono di Daniele Zilio.

Spotify: spoti.fi/2w6gn8h

 

 

Contatta Reast at sea

LE INFORMAZIONI FORNITE SONO TUTELATE DAL DECRETO LEGISLATIVO 196/03, RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DEI DATI PERSONALI. SARANNO PERTANTO UTILIZZATE NEL RISPETTO DELLA CITATA NORMA

14 + 15 =