Non riesci a ricevere una risposta se chiedi colloqui di lavoro online? Forse commetti uno di questi errori.

Durante la pandemia interi settori della società hanno subito restrizioni molto imporanti e portato a licenziamenti e perdite del lavoro. Oggi, quando l’emergenza sembra essere quasi finita, stiamo iniziando a sentire veramente cosa ciò abbia causato. Ritrovare oggi il lavoro è diventato forse ancora più difficile di prima. Con il termine “Grande Dimissione” gli anglosassoni hanno iniziato a definire tutti quei lavoratori che stanno accettando la mancanza di lavoro come situazione permanente.

Questi disoccupati hanno anche profili molto alti, ma il fallimento di filiere complesse li ha portati a cercare offerte di lavoro sempre più legate a internet, sempre più delocalizzate e distaccate dall’ambiente precedente.

Ributtarsi sul mercato del lavoro può essere molto complesso, sopratttutto porta a commettere errori che potrebbero essere evitati facilmente.

Secondo gli esperti del lavoro, con poche modifiche e un po’ più di tempo si possono aumentare notevolmente le possibilità di assunzione. Il segreto sta nel suscitare maggiore interesse nei reclutatori e datori di lavoro conoscendo il linguaggio e le dinamiche dei social e della rete.

Vediamo quali sono gli errori più comuni che vengono commessi nel cercare lavoro in internet.

NON RIESCI A RICEVERE UNA RISPOSTA DAI COLLOQUI DI LAVORO? FORSE COMMETTI UNO DI QUESTI ERRORI

Curriculum Online

  • Per prima cosa si sottovaluta ancora molto quanto sia importante il profilo o il curriculum professionale online. Chi assume guarda sempre queste informazioni, e va convinto. Un riassunto iniziale del curriculum che serva da presentazione è fondamentale, soprattutto per le persone che stanno cercando di passare da un settore all’altro, perché consente loro di spiegare come sono idonei per il lavoro anche se la loro precedente esperienza potrebbe non essere direttamente correlata.
  • Dopo l’introduzione crea un elenco puntato con ogni abilità che si possiede e fai seguire ogni punto da una riga che spiega come l’abilità è stata dimostrata nei lavori precedenti. Se riesci porta anche dati e numeri a tuo favore.
  • La sezione di riepilogo finale è anche un ottimo posto in cui i candidati possono mostrare le loro personalità e le abilità più commerciabili.
  • Utilizza spesso le migliori parole chiave che riportano nella ricerca internet alla posizione lavorativa desiderata.
  • Nel descrivere le tue qualità evita ‘comunicare’ o ‘lavorare in team'”, ma utilizza qualità specifiche per il lavoro come “gestione del personale” o “operazioni di produzione”.

Presentazione del profilo Online

  • Su piattaforme come Linkedin o sulle app per la ricerca del lavoro il profilo va curato come pagina di presentazione. Metti il titolo che desideri come posizione attuale su LinkedIn, anche aggiungendo “aspiranti”. Questo è quello che useranno i reclutatori per trovarti.
  • Non elencare la precedente esperienza lavorativa descrivendola, ma offrendo i tuoi risultati ottenuti.
  • Mai copiare e incollare da altri, la ricenrca Google non ti troverà.

I Social

  • Una rete professionale che funzioni può essere anche creata con i social. LinkedIn è di sicuro un buon punto di partenza.
  • Cerca sui social un contatto e nello scrivergli includi un messaggio per aiutare la persona a capire chi sei. Come spunto cerca di usare qualcosa che questa persona potrebbe aver fatto nel suo lavoro, twittato, condiviso online o almeno qualcosa su cui sta lavorando la sua azienda. Uno dei vantaggi di Internet è che gran parte di ciò che la gente dice e fa è pubblico.
  • Parla molto delle tue ambizioni e della tua ricerca del lavoro. Amici e conoscenti diventeranno i tuoi primi clienti una volta ottenuto, e in tal modo porterai al nuovo lavoro importanti contributi.
NON RIESCI A RICEVERE UNA RISPOSTA DAI COLLOQUI DI LAVORO? FORSE COMMETTI UNO DI QUESTI ERRORI

LEGGI ANCHE