“Una schifezza, una grottesca presa in giro di ciò che significa essere umani”.

Nick Cave contro l’Intelligenza Artificiale: “schifezza grottesca”. Vi abbiamo parlato proprio in un articolo di settimana scorsa di ChatGPT, l’ultimo ritrovato dell’intelligenza artificiale alla portata di tutti (LEGGI QUI L’ARTICOLO). Ad arricchire il dibattito le parole poco concilianti e dirette (come piacciono a noi) di Nick Cave, storico musicista, compositore, scrittore e attore australiano.

Cosa ha detto esattamente Nick Cave

Il parere è stato dato dopo l’ascolto del testo di una canzone scritta da ChatGPT, dove le indicazioni recitavano “scrivi il testo di una canzone nello stile di Nick Cave“.

Nick Cave contro l'Intelligenza Artificiale: "schifezza grottesca"

Cave, dopo che alcuni fan in rete gliel’hanno fatta ascoltare attraverso il sito The Red Hand Files, ha risposto senza troppi giri di parole:

Con tutto l’amore e il rispetto del mondo, questa canzone è una schifezza, una grottesca presa in giro di ciò che significa essere umani e inoltre non mi piace. Non provo il vostro stesso entusiasmo per questa tecnologia, capisco che ChatGpt sia agli inizi, ma forse questo è l’orrore emergente dell’Intelligenza artificiale: che sarà per sempre agli inizi, poiché avrà sempre più strada da fare. (il lavoro di ChatGpt) è solo una replica come parodia, scrivere una buona canzone non è imitazione, o replica, è il contrario“.

Potremmo aggiungere molto alle parole di Cave, ma non crediamo serva. Voi cosa ne pensate?