Nathan Evans: TikTok e i nuovi idoli della musica

Nathan Evans: TikTok e i nuovi idoli della musica. A inizio 2021 Nathan Evans non era nessuno, in soli due mesi è diventato tra i cantautori più conosciuti su internet, ha un contratto discografico e un tour in arrivo in tutto il Regno Unito.

Di musica amiamo parlare, da quella più sperimentale, fatta con telai industriali, a quella composta per il rumore dei motori elettrici. Oggi ne affrontiamo un tipo più….. facile. 

TikTok è il nuovo creatore di idoli?

La storia di Nathan Evans su TikTok

Tutti noi conosciamo ormai TikTok, il social di origine cinese che sta, per numeri, scalzando ogni concorrenza soprattutto tra i più giovani.

Evans ha 26 anni, su TikTok si esibisce come cantante improvvisato, con pochi followers e poche visualizzazioni.

Questo finché un utente gli chiede di cantare “Wellerman”, di Sea Shanty.

In quattro giorni il suo video supera 1 milione di visualizzazioni.

“Non mi sarei mai aspettato che decollasse. Non capisco ancora se sia tutto reale…”

Ora Evans è conteso dalle case discografiche, pronto per un tour nazionale, pagato per i suoi interventi social… insomma, un sogno che si è realizzato senza bisogno di alcuna preparazione.

Nathan Evans: TikTok e i nuovi idoli della musica

Sembra tutta una favola in mano al caso che, tra miliardi di utenti, tocca senza troppa logica qualcuno per coprirlo di fama e oro.

Grazie a questa storia ogni utente può sperare di essere il prossimo.

Ma non tutto è un caso: dietro a TikTok c’è una chiara strategia perché questi fenomeni musicali (passeggeri il più possibile) accadano con una certa frequenza.

Per prima cosa, il social cinese ha reclutato per anni artisti già in collaborazione perché si esibissero sulla piattaforma come esordienti. A questi ha affiancato esibizioni di star internazionali, come Justin Bieber, che presentassero in esclusiva assoluta le loro canzoni.

Sono poi nati gli asset con le più importanti case discografiche, come Sony, Warner e Universal Music Group (UMG): i produttori ingaggiano cantanti con canzoni pensate per TikTok, e il social li spinge come esordienti da far notare alle (stesse) case discografiche. Non è proprio una truffa, ma solo perché non dimostrabile.

Infine, quando lo staff di TikTok riesce a identificare una tendenza in arrivo, sceglie di contattare gli influencer che più stanno crescendo per preparare un piano di visibilità in anticipo sui competitor del contattato.

Gli idoli ai tempi di TikTok: attenzione!

Qui a NonSoloWork abbiamo scelto di parlare di questo meccanismo perché l’arte conta molto per noi, e non va confusa con altro.

Quello che TikTok sembra voler fare non è musica, non è migliorare il mondo con della bellezza, ma vendere sogni.

Le star di TikTok vengono scelte, fatte crescere e infine dimenticate non per essere musicisti, ma protagonisti di una bella favola che serve a far vendere TikTok stesso, nulla di più.

NonSoloWork invita quindi tutti i giovani che ci stanno leggendo a prendere TikTok per ciò che è: un’impresa commerciale.

Non è mai male, se si è musicisti, cercare di collaborare con le nuove forme di commercio, l’importante è non cascarci e scambiarle per pozzi dei desideri. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like
Leggi

Riflessioni di PaoS: un’artista da conoscere Abe Toshiyuki

Uno specchio dell’anima per l’osservatore. Molti punti di vista diversi emergono quando persone diverse guardano lo stesso dipinto. Anche quando la stessa persona guarda il medesimo dipinto, il suo punto di vista può cambiare a seconda del suo stato d’animo. Questo cambiamento è ciò che intendo per arte come specchio dell’anima per l’osservatore.”
Leggi
Leggi

Fairphone, l’azienda che produce smartphone equo sostenibili e solidali

Fairphone, con sede ad Amsterdam, ha la missione di contribuire alla creazione di un’industria di telefonia più equosolidale possibile, dando la priorità alle persone e all’ambiente, partendo dall’ approvvigionamento responsabile delle materie materie prime e al benessere dei propri lavoratori. 
Leggi
Leggi

La democrazia e la diffusione della patata

Con il diritto di voto e di candidatura alle elezioni, la democrazia riconosce ad ogni persona la sua appartenenza alla comunità sociale con la stessa dignità di tutte le altre persone. E’ anche una forma di accoglienza per il fatto che, con il diritto di partecipare alle decisioni, riconosce ogni individuo come membro della società.
Leggi