Morphing Pasta: come è fatta la pasta ecologica del futuro. Dai laboratori statunitensi è uscita una pasta ecologica e futuribile. Siamo pronti?

La nostra passione per il cibo e le sue particolarità oggi incontra anche l’innovazione.

La Morphing Pasta è un tipo di pasta preparata e studiata per avere misure compatte al momento dell’impacchettatura e cambiare completamente volume e forma durante la bollitura.

Ma perché vogliono cambiare la pasta?

A noi italiani la pasta sembra perfetta, e non vorremmo mai che da parti “barbare” (culinariamente parlando) del mondo arrivassero indicazioni su come ripensarla.

Tuttavia questa pasta deriva da un team di ricerca della Carnegie Mellon University a Pittsburg, in Pennsylvania, che le ha anche dato il nome derivato dal Morphing Matter Lab dell’università.

Il team sta attualmente studiando modi di produzione e distribuzione del cibo che abbiano un minor effetto e impatto sul sistema ecologico. 

Morphing Pasta: come è fatta la pasta ecologica del futuro

Per ora è un prototipo che ha attirato molta attenzione.

Si presenta piatto, con delle scanalature nell’impasto che servono a far filtrare l’acqua durante la cottura e fargli assumere forme tridimensionali. 

L’ispirazione è venuta non proprio dalle nostre paste (che, seppur al momento della cottura si gonfiano, non si può dire che cambino dimensione e forma).

A far scattare l’idea i pacchetti di noodlepiatti, compatti e salva spazio. L’acqua bollente li trasforma letteralmente in un piatto completo.

La differenza con la Morphing Pasta è un ancora più accentuato cambiamento di volume e, soprattutto, il cambiamento di forma che fa diventare la pasta curva, a conchiglia, a rigatone, ma che nel trasporto le permette di comportarsi quasi come ritagli di carta.

Il packaging inoltre sarà studiato per rispettare l’ambiente sia nelle dimensioni che nei materiali, dal riciclo al facilmente biodegradabile e smaltibile.
Insomma, per noi italiani forse non la pasta perfetta, ma per l’ambiente potrebbe essere un buon compromesso.

La ricetta ‘ecologica’ della Morphing Pasta

Nulla di speciale o particolarmente innovativo nella ricetta in sé: farina di semola ed acqua, come da tradizione.

L’innovazione è tutta nello stampo che imprime i solchi nell’impasto e, per questo procedimento, in effetti una qualunque cucina non basta.

I benefici per il pianeta

Oltre a un imballaggio speciale e alla riduzione del volume, per permettere reti di distribuzione e trasporto meno impattanti, la Morphing Pasta cuoce molto più velocemente.

Può sembrare inutile a livello ambientale, ma l’emissione di carbonio in Italia per la prolungata cottura dei cibi impatta quasi per l’1% sull’effetto serra generale. 

Un’ultima considerazione sulla tecnologia e l’ambiente

E’ vero che tecnologia aiuta in modi straordinari a impattare meno sull’ecosistema, ma stiamo attenti.

Se un domani, neanche troppo lontano, avremo perso ogni autonomia nel creare ciò di cui primariamente abbiamo bisogno, sarà certo difficile tornare a una vita più semplice.

La Morphing Pasta aiuta l’ambiente, è vero, ma toglie a noi la possibilità di creare con le nostre mani, ci toglie la strada maestra per tornare, forse un giorno lontano, alle tradizioni che impattavano ancora meno sulla natura.

Leggi anche la ricetta semplicissima da 10 minuti del più famoso dolce NeoZelandese!