Ci ho messo qualche giorno a “digerire” questa notizia.   Mi sono anche detta che non ero certa di volerne scrivere sul blog, ma il nome di questa donna e il suo volto continuano a girarmi in mente e stasera ho deciso di portarle il mio saluto “da donna a donna” con questa breve lettera, come se fosse una mia cara amica.

Cara Hevrin, lo avevi sempre immaginato e sapevi che prima o poi sarebbe successo.

Hai sempre avuto minacce, ricatti subdoli, cercavano di infonderti paura… ma tu sapevi che il Messaggio che stavi portando era nel tuo onorevole compito.

Non potevi tradire te stessa e mai avresti tradito quegli  ideali forti  e sinceri, anche troppo “avanti” rispetto il luogo e il momento storico. Ma il tempo era Adesso!

Mi congiungo a te in quel luogo privo di violenza dove sei  ora per abbracciarti  con il ringraziamento che sento nel cuore, al quale si uniscono tutte le persone che credono come me che la tua Vita è oggi ancora più sacra di ieri.

La forza emanata  dal tuo convincimento rimane sulla Terra come Esempio per altre donne che non smetteranno di credere in loro stesse e nei loro ideali e avvicinerà quegli uomini Giusti che, riluttanti di vedere compiere questi atti, hanno voglia di costruire per una Mondo Migliore.

Paola 

https://www.today.it/mondo/hevrin-khalaf-chi-era.html

https://www.ilmessaggero.it/mind_the_gap/hevrin_khalaf_video_uccisione_siria_news_donne-4796598.html