Diventi una Società Benefit? 10.000 euro e fino al 50% delle spese pagate. Se stai costituendo o ti stai trasformando in una società benefit queste informazioni potrebbero farti risparmiare molti soldi iniziali. Il Mise ha infatti appena stanziato 10 milioni di euro per venire incontro alle società benefit di nuova costituzione, attraverso bonus che arrivano fino a 10.000 euro ciascuno.

Sul portale NonSoloWork stiamo attivando una serie di articoli per beneficiare di bonus, agevolazioni e contributi spiegando in modo chiaro e facile le procedure di richiesta. Precedentemente abbiamo già parlato di come richiedere:

Cosa è una società benefit

La società benefit è un’attività imprenditoriale che si pone come scopo la crescita della società, ovvero che opera in modo responsabile, con strumenti sostenibili e azioni trasparenti nei confronti di persone, comunità, territori, ambiente, beni, attività culturali, sociali, enti, associazioni e altri portatori d’interesse.

Nella descrizione della società e negli atti costitutivi devono essere presenti sia l’obiettivo di conseguire un profitto che l’apportare benefici alla comunità e al territorio dove vi è la costituzione del business. La società benefit, quindi, mantiene intatto lo scopo di lucro comune alle società commerciali, ma dichiara e mette in pratica modelli che reinvestano parte dei guadagni con fini sociali, oppure pone in essere pratiche di valore verso la comunità con la quale crea indotto. I suoi obiettivi sono perseguiti sempre in modo responsabile, sostenibile e trasparente, secondo i criteri stabiliti dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (commi 376-383) – Legge di stabilità 2016.

Diventi una Società Benefit? 10.000 euro e fino al 50% delle spese pagate

Chi può richiedere il bonus società benefit

Le modalità della richiesta sono previste nei Decreti emergenziali e confermate dal Mise. A poter ricevere il bonus sono unicamente le società benefit di nuova costituzione o quelle già attive sul territorio nazionale che rispettano i requisiti previsti dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (commi 376-383).

Le società identificate sono quelle che “nell’esercizio di una attivita’ economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o piu’ finalita’ di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunita’, territori e ambiente, beni ed attivita’ culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse.

Tutte le suddette devono poi presentare una relazione annuale pubblicata nel sito internet della società stessa, qualora esistente, potendo omettere solo alcuni dati finanziari previsti dalla legge. Il tutto a tutela dei soggetti beneficiari e per perseguire la piena trasparenza della società.

A quanto ammonta il bonus società benefit: 10.000 Euro e fino al 50% delle spese pagate

All’interno del Decreto Rilancio sono state stanziati i bonus in forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

L’articolo 19 bis della Legge di conversione del Decreto Sostegni Bis ha in seguito confermato la proroga del credito d’imposta al 31 dicembre 2021 e l’ampliamento dei costi agevolati. Il 18 novembre 2021, infine, il Mise ha attivato il fondo di 10 milioni con apposito decreto in corso di pubblicazione. Del fondo totale, 7 milioni sono previsti per il credito d’imposta, 3 milioni per attività di promozione.

Il contributo massimo al quale può ambire ogni realtà benefit per la costituzione o trasformazione non può superare l’importo di 10.000 euro.

Il bonus per pubblicità, invece, non ha ancora dati specificati e si attende il Decreto del Mise per saperne di più.

Diventi una Società Benefit? 10.000 euro e fino al 50% delle spese pagate

Come richiedere il bonus società benefit

Il bonus sui costi di costituzione o trasformazione, come detto, è un credito d’imposta, va quindi richiesto in compensazione. La richiesta va fatta tramite il modello F24. Sono previste una serie di spese che possono essere coperte dal bonus in maniera specifica:

  • Spese per atti e funzioni notarili
  • Costo di iscrizione nel Registro delle imprese
  • Spese di consulenza specifica o assistenza professionale

Diversa la situazione per i 3 milioni stanziati al fine di pubblicità. In tal senso non si hanno ancora modalità esplicite per ottenere questi fondi e si attende la pubblicazione del Decreto del Mise.

Quando richiedere il bonus società benefit

Bisogna attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, che vi invitiamo a consultare periodicamente. Una volta pubblicato il Decreto, il Mise avrà l’obbligo di aprire una piattaforma per domande e dubbi inerenti le richieste del bonus.