Dopo aver rivoluzionato il modo di viaggiare, Airbnb si preoccupa di aggiornare modelli di vita e lavoro caratterizzandoli con personalizzazione e libertà.

Il programma Airbnb for Work

Quando nel 2009 tre neolaureati fondano Airbnb la prospettiva di un’evoluzione così straordinaria del business non era neanche lontanamente immaginabile. Un progetto nato un po’ per caso e un po’ per necessità, poiché la spinta a formulare questa soluzione arriva dalla difficoltà dei giovani a pagare l’affitto. Cosa fare? Brian, Joe e Nathan decidono di sfruttare un evento in città per affittare temporaneamente parte del loro appartamento a un prezzo conveniente.

Il resto della storia la conosciamo già tutti. Solo qualche anno più tardi Airbnb è presente in 26.000 città nel mondo proponendo gli alloggi più disparati: appartamenti, ville, barche, igloo, castelli, case sugli alberi. Un’offerta diversificata e stimolante con al centro l’obiettivo di valorizzare l’esperienza.

Così in un’epoca caratterizzata da una nuova modalità di lavorare basata su libertà di movimento e gestione personalizzata del tempo, il business si è dimostrato ancora una volta abile nel leggere le esigenze dei clienti lanciando Airbnb for Work. Un progetto finalizzato a creare rete e fornire soluzioni confortevoli a chi viaggia per lavoro, con la possibilità di scegliere basandosi sulle proprie esigenze professionali e relazionali. 

Vivi ovunque con Airbnb

E non solo.

Ultimo arrivato in casa Airbnb è Live everywhere, il programma pensato per i nomadi digitali e per chiunque prediliga uno stile di vita non sedentario. Una sorta di esperimento che l’azienda porterà avanti a partire da quest’estate per un anno con un gruppo di 12 persone che avranno la possibilità di ‘vivere nel mondo’ gratuitamente utilizzando le strutture Airbnb. 

I requisiti necessari per partecipare alla selezione sono 6:

  • Lavorare da remoto
  • Lavorare nel settore creativo
  • Avere uno stile di vita da nomade digitale
  • Amare il viaggio 
  • Essere una giovane famiglia
  • Essere una coppia di genitori che non vive più con i figli

Non resta che provare!