Alice nel Paese dei Dolci: Canederli alla cannella

Se siete passati per il Trentino avrete sicuramente sentito parlare e gustato i famosi canederli, piatto della tradizione trentina, un piatto in origine povero fatto con ingredienti di recupero perché una volta non si buttava via nulla, composto da pane raffermo, latte, uova, i resti dello speck e altri salumi avanzati, miscelando tutti gli ingredienti si formavano delle polpettine di pane poi cotte nel brodo e consumate come una zuppa e per chi poteva permetterselo con burro fuso e parmigiano.
Oggi ne esistono molte versioni, ai funghi, alle erbette di campo, alle rape e ci sono anche quelli dolci di ricotta.
Ingredienti per 5 canederli
10 gr di zucchero,
40 gr di burro,
una bustina di vaniglina,
la buccia di un limone grattugiata,
200 gr di ricotta,
2 uova intere,
2  cucchiai di farina 00,
100 gr di pane da tramezzino frullato 
 
Per la panatura alla cannella
50 gr di zucchero,
50 gr di burro,
50 g di pane grattugiato,
un pizzico di sale.
 
Nella planetaria mettere a montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero e la vanillina, ottenendo una bella crema soffice e spumosa.
Successivamente aggiungere la buccia di limone, la ricotta e le uova aggiunte una alla volta.
Mescolando ad una velocità più lenta.
Infine aggiungere il pane da tramezzino frullato e amalgamare bene il tutto.
L’impasto dovrà risultare abbastanza sodo da poter essere lavorato con le mani, formare delle palline della grandezza di un albicocca e adattarle su un vassoio con una spruzzata di farina sotto e sopra i canederli e farli riposare in frigorifero per due orette.
 
Per la panatura invece prendere una padella, far sciogliere il burro e versare tutte le polveri già mescolate e far tostare bene gli ingredienti a fuoco non troppo forte, una volta che il pane risulterà bello dorato togliere dal fuoco e setacciare quando sarà freddo con un setaccio a maglie larghe. 
 
Preparare l’acqua di cottura per i canederli, mettere l’acqua in una pentola con la buccia di un limone e un arancia semplicemente a strisce fatte con il pela patate, una stecca di cannella, sale grosso un cucchiaio e 2 cucchiai di zucchero, portare a ebollizione.
Immergere i canederli, facendo attenzione a non muoverli tanto durante la cottura perché sono delicati, solo far attenzione che non si attacchino sul fondo della pentola, quindi con un mestolo largo muoverli appena dolcemente, farli bollire per 3 minuti.
Poi scolarli delicatamente e passarli nella panatura alla cannella finché non saranno ben ricoperti.
Pronti da gustare ottimi accompagnati con un po’ di salsa vaniglia e qualche fragola fresca.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like