A proposito di elefanti

Tra gli animali che attirano la mia attenzione sicuramente  gli elefanti, sono al primo posto. Adoro la loro imponenza, sono i più grandi mammiferi del pianeta dal “naso allungato”.

La proboscide non ha ossa e la sua funzione è quella di identificare odori,emettere suoni e raccogliere cibo. Amano stare in branco e proprio tramite la proboscide trasmettono differenti emozioni . La loro sopravvivenza non avrebbe problemi se non avessero come nemico l’uomo.

E per cosa? Per vendere avorio.

Qui ci sarebbe un argomento vasto da aprire ma è facile immaginare che visto il lungo periodo di gestazione, circa 22 mesi, e la particolarità che hanno solo un cucciolo alla volta. sono a rischio d’istinzione.  Evito volutamente ogni commento a proposito.

Mentre una piccola curiosità della storia, anche Leonardo Da Vinci secondo Plinio il Vecchio, ne rimane affascinato. Riconoscendo all’animale qualità  come il senso della prudenza, la bontà, il senso innato del giusto e la clemenza.

“Animali, dice Leonardo, che hanno un forte senso della religione, che si manifesta in diversi modi. Il più evidente è quello che, quando sono malati, giacendo a terra, su un lato, afferrano con la proboscide mazzi d’erba e li gettano verso il cielo, come se facessero un’offerta al Signore.” 

Quello che sento per loro è un antica sacralità, saranno le mie memorie orientali che portano a risentire nell’immaginario una familiarità data dalla sicurezza e dalla forza che emanano.

Questo è uno dei motivi per cui ho voluto onorare nel mio blog, con un articolo che uscirà domani Daphne Sheldrick, la donna attivista contro il maltrattamento della
fauna selvatica, deceduta quest’anno. La  sua fama internazionale le viene riconosciuta per aver salvato centinaia di elefanti orfani in Africa.Una donna coraggiosa e forte degna di essere “amica degli elefanti”.
A domani e buona lettura a tutti 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like