Ritorna il Vento di Guido Lopardo

Oggi è venuto a trovarci al LAB, Guido Lopardo, al quale inviamo un ringraziamento sentito per le poesie che ha voluto condividere con noi. Tra i diversi testi abbiamo scelto la poesia che risuona maggiormente nei nostri cuori.

Ritorna il vento

e le foglie danzano al ritmo del tempo.

Antichi suoni scuotono i rami

e così nella tempesta vaga la mia mente

a  cercare cime elevate per trovare l’Oriente.

E quando l’impronta del mio passaggio

sarà svanita,

possano le mie parole lasciare segni

a chi del mio sangue porta le Tracce

e a chi dei miei battiti ne ha fatto Opera.

Come nasce questo testo?

“In genere i concetti che poi diventano poesie, mi appaiono un pò all’ improvviso e prendono forma come succedeva sui tabelloni delle partenze nelle grosse stazioni. Le lettere compongono parole che danno vita ai versi e la poesia acquista di senso e respiro”.
Questa poesia l’ho composta nel mese di maggio del 2017 ed è tra le prime che ho scritto.
Ero nella piazza della stazione di Milano Lambrate sul tram 19 in attesa che partisse e mi accompagnasse a casa dopo la giornata di lavoro. Lentamente i concetti di memoria e del tempo che scorre hanno preso forma e forza e hanno generato tutto il resto.

Le poesie generalmente non vanno spiegate perché devono “arrivare” e provocare una reazione.
In questo testo forse i versi più criptici sono gli ultimi due che si rivolgono a mia figlia e alla donna che amo con la speranza, o la preghiera, che non mi dimentichino.

Della poesia, tra le tante cose, amo il fatto che non puoi decidere o prevedere il suo successo.
Spesso ho scritto poesie che pensavo passassero inosservate e invece mi sono poi stupito per i positivi riscontri ottenuti. Questo è la forza emotiva delle parole.”

La magia che creano certi testi è soggettiva e legata al momento che si sta vivendo. Siamo lieti che il LAB  sia il Giusto Mezzo, per comunicare emozioni.

Se vuoi comunicare con noi o con l’autore Lopardo, chiamaci e creeremo nel LAB il personale incontro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like