Aperitivo con l'imprenditore

Claudio Rigo: un giovane direttore commerciale per JAB ANSTOETZ Group

Parlando con Claudio Rigo, direttore commerciale dell’azienda Jab, scopro uno scenario molto curioso: si tratta di un grande appassionato di tessitura fin da bambino, figlio di imprenditori di quarta generazione, che oggi ci racconta la sua passione e l’appartenenza ad un mondo di colori e di materiali bellissimi.

Claudio Rigo

 

Claudio quando nasce la passione per i tessuti?

Nasce quando ero piccolo. E’ stato un amore un po’ forzato perché vengo da un posto vicino a Torino che si chiama Chieri ed è una città fondata sulla tessitura. Qui il mio bisnonno è stato il primo ad avere una tessitura, mantenuta nonostante le due guerre del secolo scorso. Poi c’è stato mio nonno, poi mio padre e i miei zii e infine io e miei fratelli che siamo la quarta generazione.

Ricordo ancora quando ero piccolo e in estate giravo con la bicicletta in tessitura, poi con il tempo ho iniziato ad imparare facendo la gavetta, come tanti dei figli di imprenditori, e lavorando nell’azienda familiare per ben 15 anni.

Nel momento di crisi italiana, dal 2004-2007 – periodo che ha decimato differenti aziende – anche la nostra ne ha risentito, così dopo due differenti esperienze sono arrivato in Jab, un passaggio arrivato al momento giusto della mia vita personale.

  

Come si lavora in Jab?

Sono molto soddisfatto. JAB ANSTOETZ Group è un’azienda familiare dal 1946 e lavora con stoffe pregiate e inedite, frutto di una continua ricerca nel design.

Lavorare con un’azienda tedesca è diverso, c’è molta autonomia e grande fiducia, la direzione non entra nemmeno in certi aspetti della quotidianità. Mi sento responsabilizzato, agisco con fermezza e senza intromissioni dalla casa madre. Viene stabilito un budget a settembre e fino all’anno dopo si lavora per il raggiungimento degli obiettivi commerciali e strategici con molta autonomia. Nelle aziende italiane mettere in ordine le procedure esecutive è più articolato per via della “forma mentis” dell’imprenditore. 

Trovo interessante, inoltre, la gestione di una multinazionale da parte di tre fratelli che hanno ruoli e compiti differenti: c’è la parte commerciale, quella finanziaria e dei prodotti mentre il presidente è un manager esterno. La forza di Jab è la rete commerciale, quasi tutti gli agenti sono monomandatari e dando ottimi piani provvigionali abbiamo una rete solida.

 

Ho letto che “l’arredamento è la vostra passione” e mi sembra che non vi fermiate mai nella ricerca di nuove soluzioni.

Vero, un altro pregio di questo lavoro è la continua ricerca e sviluppo, siamo molto trasversali, non solo per i tessuti ma per tende, moquette, pavimentazioni di design, tappeti e carte da parati. Insomma un mondo di design creativo per creazioni tessili originali ed attuali.

 

 

A noi non resta che immaginare che meraviglia sia lavorare ogni giorno circondati da tessuti, tappeti e stoffe di mille colori e materiali, per di più con lo stimolo a inventare sempre nuove soluzioni alternative e con la consapevolezza di tramandare una grande arte di antica tradizione e grande pregio.  (https://www.jab.de/group/)

Volete conoscere meglio la realtà di JAB? Il nostro team vi creerà l’appuntamento. 

 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *