Ben-Essere

Il Rosmarino: uno sconosciuto dalle mille qualità

Parliamo del rosmarino.

Chissà quante volte a tavola l’abbiamo evitato. Perché si, ha un buon odore ma mangiarlo è un po’ complicato vista la sua consistenza.

 

Ma cosa sappiamo di questo arbusto dalle mille qualità?

 Il suo nome deriva da due parole latine che sono: ros (rugiada) e maris (del mare).

Originario dell’Europa, Asia e Africa, il rosmarino cresce spontaneo nell’area mediterranea, nelle zone litoranee, nei dirupi sassosi e assolati dell’entroterra e anche nella zona dei laghi prealpini e nei luoghi sassosi e collinari della Pianura Padana.

Il rosmarino è noto per il suo splendido profumo ma in realtà ha altre e numerose proprietà benefiche.Andiamo per ordine.  

 Il rosmarino è un ottimo tonico: esercita sull’organismo un’azione stimolante e fortificante. E’ molto utile quando si è in forte stress fisico e mentale.

 

Il rosmarino è un ottimo antiossidante: rallenta l’ossidazione delle cellule contrastando la diffusione dei radicali liberi, grazie all’azione dei flavonoidi che contiene.

E’ un ricostituente, molto utile per sopperire ai cali di pressione, ed è un astringente: i tannini che contiene hanno un ottimo potere antidiarroico e aiutano a regolare il flusso mestruale.

Il rosmarino è utile a livello gastrico-intestinale in quanto favorisce l’espulsione dei gas.

Non solo.

E’ un ottimo deodorante e grazie alla sua azione purificante, normalizzante della secrezione sebacea, risulta anche un ottimo rimedio per i capelli grassi e per la lotta contro la calvizia.

 

Il rosmarino: un arbusto dalle mille qualità!

E voi in che modo usate il rosmarino? Fatecelo sapere qui nei commenti .

 

 

 

 

 

 

IDEE NONSOLOWORK

Infuso di rosmarino:

Lasciamo bollire un litro d’acqua e poi, dopo aver spento il fuoco, mettiamo 20 gr di foglie essiccate di rosmarino lasciando riposare per una decina di minuti.

Passati i dieci/dodici minuti filtriamo e beviamo.

Possiamo usare questo infuso come collutorio, per fare impacchi per i capelli e per massaggiare la cute dopo aver fatto lo shampoo.

 

Liquore digestivo

Ingredienti: 300 ml di alcool 95°, 150 gr di aghi di rosmarino fresche e ben lavate, 400 ml di acqua, 250 gr di zucchero, cannella in bastoncino e la buccia di un limone.

Procedimento: mettiamo la buccia del limone, il rosmarino e la cannella in una ciotola di vetro, aggiungiamo l’alcool e lasciamo macerare per 48 ore.

A seguire riscaldiamo l’acqua, aggiungiamo lo zucchero, mescoliamo fino a ebollizione e lasciamo raffreddare. Aggiungiamo lo sciroppo ottenuto all’alcool, mescoliamo per bene e filtriamo il tutto in una bottiglia di vetro.

 

 

1 Commento

  1. Marta

    Adoro il rosmarino perché mi ricorda le domeniche della mia infanzia, quando mia madre lo metteva nel ragù per le lasagne, come fanno in Toscana, o sul castagnaccio…A Verona mi hanno insegnato a cucinarlo nella zucca delica, cucinata a pezzetti assieme alle patate, un po’ di olio extravergine, cipolla e pepe nero, al forno. E’ delizioso…e confermo che una tisana di rosmarino, menta e camomilla aiutano la digestione…provare per credere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *